Northern Lights, la collezione make up di YSL realizzata per il Natale 2012

YSL make up Natale 2012

La collezione è fredda, gelida, declinata su nuance artiche. Non per niente la palette della Northern Lights si chiama Nuit Artique (notte artica) ed è ispirata ai colori dell’aurora boreale. È contenuta all’interno di una pochette di pailettes argento scuro. La palette comprende due pennelli e 4 ombretti shimmer [azzurro chiaro, celeste, blu e viola scuro].

YSL make up Natale 2012

La Pure Chromaticas Palette è la n.12 della collezione e non è limited edition. È basata essenzialmente sulle tonalità fredde del verde bosco.

YSL make up Natale 2012

Per dare luce agli occhi dovete assolutamente utilizzare l’Eyeliner Effect Faux Cils, un eyeliner in gel color oro. Meraviglioso e chic, da non perdere!

YSL make up Natale 2012

Il tocco finale ai vostri occhi lo darà il mascara Shocking, presentato sia in nero sia in prugna, sfizioso, ammaliante e seducente, praticamente irresistibile!

YSL make up Natale 2012

Per raffreddare la pelle ci sono ben due prodotti che vi saranno utilissimi. Il primo si chiama Boreal Highlight Palette, e contiene all’interno un unico prodotto per il viso: una cipria Lumiere Polaire, color bianco ghiaccio, per rendere la pelle algida ma setosa.

YSL make up Natale 2012

Bellissimi i blush Radiance, presentati in due versioni, sulle tonalità del rosa, comunque molto freddo.

YSL make up Natale 2012

A proposito di freddo, forse dovrete dare un’occhiata ai gloss proposti dalla maison francese. Per le labbra ha presentato due Golden Gloss, uno celeste artico e uno bianco polare.

YSL make up Natale 2012

Lo stesso vale anche per le unghie, per le quali YSL ha realizzato uno smalto top coat bianco ghiaccio, freddissimo e gelido.

amando.it

Tempo di nozze: lezione n.1

Per il giorno delle nozze non si può sbagliare e soprattutto non si può improvvisare un maquillage senza tener conto di alcune regole estetiche importantissime, come il colore del vostro incarnato, che condiziona l’uso di alcuni prodotti cosmetici o di alcune tinte piuttosto che altre.

Per chi ha un viso etereo dalla carnagione molto chiara, il make up per il “giorno del sì” deve essere altrettanto leggero e discreto per mantenere e rispettare la delicatezza del volto. E pertanto si utilizzeranno cosmetici dai toni tenui che vanno dal sabbia al rosa declinato in varie gradazioni mat. Particolare enfasi si darà alle sopracciglia che verranno delineate con un ombretto biondo-cenere per sottolineare lo sguardo, reso ancora più raffinato con le nuances degli ombretti rosa tenue (da sfumare verso l’arcata superiore) e color sabbia (da applicare sull’angolo esterno dell’occhio). Per illuminare gli angoli interni degli occhi si applicherà un ombretto color champagne e nella parte interna una matita color avorio. Il dettaglio cool? Il mascara viola (assolutamente non flou, ma in una gradazione stemperata) che crea un contrasto interessante con le fredde tonalità degli ombretti riprese anche sugli zigomi con un fard rosato e sulle labbra un rossetto rigorosamente mat rosa antico.

bridal1

Il giorno delle tue nozze affidati ad un profesionista della bellezza: Barbara Stella, make up artist a Rimini e Cesena, è lieta di offrire la sua consulenza e studiare insieme a te il trucco ideale per il tuo matrimonio.

I fondamenti del make up

  • Lezioni_di_trucco

Arriva un momento in cui anche le meno appassionate di make up si guardano allo specchio e decidono che è giunto il momento di familiarizzare con fondotinta&rossetti.

Quali sono i prodotti da cui proprio non possiamo prescindere?

Una base, che sia il classico fondotinta o una BB Cream (ma soltanto se non c’è molto da coprire); il mascara, un rossetto o un gloss.

Come riuscire a capire il trucco più adatto a noi?

Probabilmente il modo migliore è sperimentare, giocare con nuance e texture diverse. Le prime volte è un’ottima idea approfittare delle prove gratuite offerte in profumeria. Provate a chiedere un make-up leggero da giorno, così non useranno quelle tonalità accese e squillanti che ci stanno bene al momento, ma che quando proviamo ad applicarle noi sono improponibili.

Deve essere correttivo o no?

Il trucco correttivo è un’arte che s’impara con corsi specifici. Se abbiamo macchie o discromie, o abbiamo comunque la necessità di correggere qualche difetto, la scelta migliore è chiedere consiglio a un professionista e farci insegnare la tecnica giusta. Soltanto in questo modo il risultato sarà naturale e insospettabile. Ovviamente anche i prodotti hanno la loro importanza: attenzione al correttore verde, se non è applicato alla perfezione rischia di farvi sembrare l’Incredibile Hulk!

L’importanza della base: quali sono gli step indispensabili?

Correttore e fondotinta. Sembra semplice, ma è questione di ricreare una vera e propria “seconda pelle” credibile: uniforme, luminosa, perfetta ma trasparente, senza quello che comunemente si chiama “effetto maschera”. Trovare il duo fondotinta + correttore adatto a noi (in termini di formula, texture e tonalità) è già un buon punto di partenza. Poi c’è la tecnica di applicazione: spugnetta, polpastrelli o pennello, ognuna deve trovare la più pratica e quella che dia un risultato naturale.

Quali sono gli errori che le donne commettono più frequentemente truccandosi?

In questo, le donne hanno davvero fantasia e ne ho sentite veramente di belle. Ad esempio, c’è ancora chi è convinta che il fondotinta non lasci respirare la pelle! C’è anche chi pensa che la cipria lo possa sostituire; molte poi pensano che il colore giusto di ombretto per esaltare gli occhi sia lo stesso dell’iride… La questione delle tonalità vale anche per la scelta del rossetto.

Lo smoky: come realizzarlo senza “farsi un occhio nero”?

Sfumare, sfumare, sfumare… il tutto con mano leggera.

3 cose per il trucco da fare assolutamente:

Partire da una base naturale e fatta bene: prendetevi tempo e stendete con cura il fondotinta, anche sul contorno occhi, intervenendo poi col correttore se è necessario. Poi, quando applicate il mascara, partite dall’attaccatura delle ciglia e non da metà… questo è un errore banale, ma molto comune. Ultima cosa – anche se di suggerimenti ne avrei ancora molti – imparate a usare il blush! Non potete immaginare cosa può fare per voi…

3 da non fare mai:

Usare la cipria come ritocco, per opacizzare la zona T quando la pelle diventa lucida: il sebo si assorbe con le veline specifiche, aggiungere polvere non fa altro che “impastare” il trucco. Altro errore: usare una matita labbra visibilmente più scura del rossetto (non devo spiegarvi il motivo, vero?). Infine: trascurare le sopracciglia. Regalatevi una seduta con una “brow specialist” (quelle di Benefit Cosmetics sono top) e fatevi sistemare da loro: non solo lo sguardo, ma tutto il viso sarà più luminoso, ve lo garantisco.

Articolo tratto da elle.it

Il perfetto look anni ’60

Parte 1: per l’acconciatura necessiti di:

  • mousse volumizzante
  • asciugacapelli
  • spazzola rotonda grande
  • bigodini di velcro grandi
  • mollette per capelli a becco d’oca
  • spazzola
  • spille per capelli (bobby pins)
  • lacca

Per realizzare il make up:

  • fondotinta liquido
  • spugna per applicazione
  • correttore
  • cipria in polvere libera
  • pennello viso
  • pennello per ombretto
  • ombretto tonalità nude
  • eyeliner nero
  • ciglia finte
  • pinzette
  • mascara nero
  • pennello labbra
  • rossetto nude o rosa chiaro

Parte 2: volumizza i tuoi capelli

Dopo aver lavato i capelli, applica la mousse volumizzante sui capelli umidi e distribuiscila su tutte le lunghezze con le mani. Negli anni ’60 i capelli si portavano molto voluminosi. La mousse ti aiuterà a dare la giusta corposità ai capelli dalla radice alle punte.

Parte 3: separara

Raccogli con una pinza la maggior parte dei capelli lasciando una sezione sulla nuca.

Parte 4: stira

Con una spazzola rotonda di setole naturali inizia la stiratura dei capelli partendo dalla sezione che hai lasciato libera sulla nuca. Asciuga dalla radice alle punte facendo scorrere la spazzola ed il phon con gesti rapidi. Continua fino alla sommità del capo fino ad aver stirato tutti i capelli.

Parte 5: finisci la messa in piega

Arricia l’ultima sezione di capelli arrotolandola alla spazzola.

Parte 6: metti i bigodini

Separa i capelli in larghe ciocche sulla parte superiore della testa. Spazzola ogni sezione e arrotolala in un grande bigodino di velcro e fermala con una spilla. Se hai la frangia, metti un bigodino anche a quella. Metti un po’ di lacca per un’extra tenuta e tieni sù i bigodini per il tempo di realizzazione del make up.

Parte 7: la base

Applica un fondotinta liquido su tutto il viso come base per il resto del make up. Aiutati con una spugna e picchietta nelle zone dove necessiti di maggior copertura. Sfuma bene lungo l’attaccatura dei capelli, orecchie e collo.

Parte 8: il correttore

Metti del correttore illuminante nella zona contorno occhi picchiettando dolcemente con le dita.

Parte 9: la cipria

Applica ora la cipria su tutto il viso aiutandoti con un pennello grande oppure un kabuki per ottenere una perfetta carnagione matte.

Parte 10: gli occhi

Applica  un ombretto nude su tutta la palpebra mobile e su quella fissa, fino alle sopracciglia.

Parte 11: l’eyeliner

L’eyeliner è un must have per realizzare un perfetto trucco anni ’60. Traccia una linea netta all’attaccatura delle ciglia, rendendola un po’ più spessa verso l’angolo esterno dell’occhio. Cerca di non seguire perfettamente la forma del tuo occhio ma alza leggermente l’angolo esterno ed allungati oltre la sua forma naturale.

Parte 12: le ciglia finte

Se hai deciso di usare delle ciglia adesive, aiutati con delle pinzette per sopracciglia e applicale il più vicino possibile all’attaccatura delle tue ciglia naturali. Spingi delicatatmente con le dita per farle aderire.

Invece se utilizzi delle ciglia senza adesivo, metti un po’ di colla lungo la linea delle ciglia finte, lascia asciugare 60 secondi e poi applica come sopra.

Parte 13: camuffa le ciglia

Traccia nuovamente una linea di eyeliner per mascherare l’attaccatura delle ciglia finte

Parte 14: il mascara

Come tocco finale applica il mascara su tutte le ciglia.

Parte 15: le labbra pallide

Le labbra chiare erano di gran moda negli anni 60. Schiarisci il colore naturale delle tue labbra con un velo di fondotinta. Con un pennello per labbra applica un rossetto nude o color pesca.

Parte 16: togli i bigodini

Ora puoi finire l’acconciatura. Prima di tutto togli i bigodini.

Parte 17: la cotonatura

Alza una sezione dei capelli arricciati e cotona la parte sottostante muovendo la spazzola verso il basso. In questo modo creerai volume solo sotto, lasciando la parte superiore liscia. Ripeti questa operazione per tutte le altre ciocche arricciate a parte la frangia. Se i tuoi capelli sono spessi e sostenuti non avrai bisogno di cotonarli molto, se sono fini invece insisti un po’.

Parte 18: sistema

Spazzola delicatamente indietro i capelli, gira insieme le ciocche e fermale con una spilla. Sistema la frangia di lato.

Parte 19: metti la lacca!

Vaporizza la lacca su tutta l’acconciatura e… fatto! Hai realizzato un perfetto look anni sessanta!

I Love Eyeliner!

Un trucco che mi piace realizzare anche su me stessa è quello che punta a mettere in risalto gli occhi grazie all’uso dell’eyeliner e che prevede la bocca truccata con i toni del rosso. Si tratta di un make up semplice da realizzare ma dall’effetto garantito. Lo stile ricorda quello del tipico trucco da pin up anche se ci sono infinite variazioni sul tema per dare al tutto un nuovo appeal.

L’allure retrò dell’eyeliner può essere rivisitata in chiave moderna con grafismi hi-tech, mentre il colore osa contemporaneamente su occhi e labbra, con tonalità accese e ultra-brillanti. Il tocco in più? Le sopracciglia, ridisegnate e “alzate” otticamente.

Viso teatrale
Nel complesso ricorda gli anni ’50: occhi messi in risalto da una spessa riga di eyeliner lucido e bocca lucidissima, color ciliegia, il tutto su una pelle di porcellana. Il tocco in più? La doppia riga.
Come si realizza
Con la matita nera disegna una linea lungo l’attaccatura delle ciglia superiori e sfumala verso l’esterno prolungando la riga in direzione delle tempie. Poi, con l’eyeliner, tracciane un’altra, più spessa, fino a tre quarti della palpebra mobile. Disegna, infine, una riga leggera lungo la rima inferiore partendo da metà palpebra fissa e tratteggia una seconda linea parallela alla prima.
Come si realizza una linea netta con l’eyeliner?
Davanti allo specchio, alza il mento verso l’alto: ti verrà naturale abbassare la palpebra e tenerla ferma. Traccia  tanti puntini lungo la palpebra mobile allungandola verso la tempia fino a disegnare la linea, poi sfumala delicatamente. Applica, infine, l’eyeliner in crema, regalerà all’occhio una linea definita e lucida.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Barbara Stella, truccatrice, è disponibile per consulenze, servizi e corsi di make up a Rimini, Cesena e provincia

Tendenze trucco estate 2012

Le tendenze trucco per l’estate giocano su due fronti, l’uso di colori vivaci e accesi per dar risalto ad occhi e labbra e il look no-make up per avere un aspetto fresco e curato anche nei momenti in cui il caldo e l’afa sono soffocanti. Il trucco perfetto per l’estate deve essere piuttosto leggero sul viso, è inutile appesantire la pelle con chili di fondotinta e cipria, e deve mirare ad enfatizzare occhi e bocca con un sapiente uso dei colori, balsami colorati e ombretti nude sono perfetti per il giorno, mentre la sera ci si può scatenare con rossetti colorati e eyeliner e pigmenti strong.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Il no-make up look è una delle gradi tendenze del trucco d’estate, sue peculiarità sono una carnagione perfetta dall’apparenza fresca e pulita e occhi e labbra sottolineati in modo discreto e naturale. La base trucco è uno dei punti chiave di questo trucco, è importante uniformare l’incarnato in modo molto naturale per cui vi consigliamo di utilizzare una BB cream se avete la pelle secca, il fondo minerale se avete la pelle grassa e uno dei nuovi fondotinta impalpabili se la vostra pelle necessita di una copertura extra. Una volta uniformato l’incarnato è importante dare tridimensionalità al viso applicando un bronzer opaco a lato degli zigomi e un delicato blush rosato sulle guance per ravvivare il colorito in modo molto naturale. Per completare il look vi consigliamo di dare risalto a labbra e occhi in modo molto naturale, applicate sulla palpebra un semplice ombretto in toni neutri, carne, nocciola e biscotto sono le tonalità ideali, e sottolineate le ciglia applicando un mascara nero o marrone a seconda del vostro colore di capelli e dell’effetto che desiderate ottenere. Sulle labbra applicate un semplice balsamo colorato così da idratarle e colorarle allo stesso tempo.

Per le sere d’estate sbizzarritevi con trucchi extra colorati e futuristici prendendo spunto dai look di grande impatto visti sulle passerelle di Dior Haute Couture, Moschino e Dsquared. Gli ombretti fluo sono assolutamente cool quest’estate, vanno applicati su tutta la palpebra creando una leggera ombreggiatura più scura nella piega, e per non spegnere e appiattire l’occhio devono essere accompagnati da una leggera linea nera all’attaccatura delle ciglia e da un’abbondante passata di mascara. Futuristici e very cool i trucchi occhi che hanno come protagonisti linee d’eyeliner geometriche in colori fluo. Sono make up scenografici e di grande impatto che richiedono un trucco viso e labbra estremamente naturale, ma hanno il pregio di essere piuttosto semplici da realizzare, è sufficiente creare accenti di colore all’attaccatura delle ciglia utilizzando degli eyeliner colorati. Attenzione le linee devono essere molto sottili così da creare dei pop fluo che accendono lo sguardo senza appesantirlo. E’ questa l’idea più cool del momento che apre le porte al trucco grafico che sarà il grande protagonista dell’autunno.

Tratto da Pourfemme.it

Barbara Stella, truccatrice, è disponibile per consulenze e servizi di make up a Rimini, Cesena e provincia

Come volumizzare la bocca con il trucco

Il trucco, da nostro grande alleato, ci viene in aiuto per “camuffare” i piccoli difetti del volto: possiamo ingrandire occhi piccoli, avvicinare quelli troppo distanziati, sfinare un naso un pò importante ed anche, perché no, truccare la bocca in modo che risulti più carnosa.

Le labbra richiedono piccole attenzioni per appparire al meglio: l’idratazione ed il nutrimento sono fondamentali, così come un delicato scrub di tanto in tanto. Per esfoliare le labbra ed eliminare le antiestetiche pellicine ci si può avvalere di uno spazzolino da denti: basta strofinarlo delicatamente sulle labbra umide. Oppure con un delicato scrub fai da te ottenuto mescolando miele e zucchero (buono in tutti sensi!).

Passiamo ora al make up: il mago ricorda sempre agli spettatori che “il trucco c’è ma non si vede”: questa è un pò la filosofia che dobbiamo abbracciare. Il trucco delle labbra ne può modificare forma e spessore, ma ricordate che basta poco per apparire volgari.

1) Il primo step è corregere il contorno: possiamo avvalerci di un correttore illuminante di quelli in penna che hanno una consistenza molto leggera. Andiamo a mimetizzare leggermente il contorno labbra, mettendo in evidenza l’arco di cupido (parte a cuore della bocca) e gli angoli.

2) Ora bisogna definire la labbra con una matita dello stesso colore della mucosa: vi consiglio di rispettare il vostro contorno naturale della bocca, senza fuoriuscire: l’effetto volume non è creato dalla dimensione effettiva della bocca ma dal gioco di luci ed ombre che andremo a creare. Vi consiglio di scurire gli angoli interni della bocca.

3) Stendiamo il rossetto con l’aiuto di un pennellino per ottenere un risultato più preciso.

4) Applichiamo un gloss trasparente o in tono con il rossetto solo al centro del labbro inferiore.

Il gioco è fatto: in quattro semplici passaggi è possibile truccare alla perfezione le labbra e fare in modo che appaiano più voluminose e belle.

Barbara Stella, truccatrice, è disponibile per consulenze e servizi di make up a Rimini, Cesena e provincia

Tendenze trucco sposa 2012- Trucco HD

Il trucco nel giorno del fatidico sì deve rispondere simultaneamente a diverse esigenze: avere una buona tenuta per affrontare baci e lacrime, rendere la pelle perfetta senza fare l’effetto maschera, essere visibile ma non troppo invadente. Un duro lavoro per una make up artist!

Oggi ci si può avvalere di prodotti di ultima generazione che permettono di ottenere risultati impeccabili e naturali. Questo è importante soprattutto quando parliamo di base: Il viso è come una tela che deve necessariamente essere immacolata prima di intervenire con il colore. Oggi più che mai visto che nella fotografia e nelle riprese ci si avvale di strumenti in grado di avere una definizione molto elevata (parliamo di tecnologia HD – high definition). Questo consente ovviamente di avere delle immagini molto realistiche e intense, ma bisogna anche avere degli accorgimenti in più rispetto a qualche tempo fa. Con l’alta definizione abbiamo infatti una nitidezza tale che le imperfezioni e la grana della pelle risultano amplificati. Come ho accennato prima, oggi ci vengono in aiuto prodotti appositamente formulati per questo scopo: fondotinta, ciprie e blush che perfezionano e risultano invisibili all’occhio della fotocamera.

Una gamma di prodotti interessante ed efficace è quella HD di Make Up Forever, linea che si avvale di formule innovative in grado di risultare invisibile all’occhio della fotocamera e all’occhio nudo. Il fondotinta è un prodotto liquido oil free con copertura da media ad alta dalla texture ultra fine e con agenti idratanti. Lascia la pelle radiosa ma non brillante, caratteristiche che si richiedono ad un perfetto trucco da sposa. La cipria ha una formulazione extra fine e va applicata con uno speciale pennello kabuki in fibre ottiche o con il piumino della linea HD. Fissa perfettamente il trucco, opacizza ma non lascia l’effetto infarinato ed ovviamente non compare in foto. Anche il blush ha una consistenza unica, è una crema micronizzata ed oil free estremamente pigmentata che permette di ottenere un “effetto salute” molto naturale.

Per la scelta dei colori io mi avvalgo di una regola base: scelgo colori caldi per contrastare la luce blu delle moderne tecnologie. I colori freddi risultano un pò spenti mentre quelli caldi danno le migliori performance ravvivando il viso e donando un look naturale. Se volete andare sul sicuro puntate sui colori naturali (sono anche le tonalità che un make-up artist professionale deve avere sempre con sé quando va truccare una sposa).

Risultano meglio in foto e video i prodotti satinati o mat, quelli troppo glitterati risultano riflettenti e potrebbero creare degli effetti di luce non desiderati. Io preferisco anche evitare i gloss che in foto e video creano spesso un effetto bagnato.

Barbara Stella, make up artist professionale, è disponibile per consulenze e prove trucco sposa a Rimini, Cesena e provincia.

Per info e contatti: babi_bs@libero.it

Cosa sono i cosmetici eco bio?

Con il termine “eco bio” si inditrucco eco bio riminicano tutti quei cosmetici composti da almeno il 95% di ingredienti naturali, che non contengono OGM, derivati del petrolio e sostanze chimiche in genere e che non sono testati sugli animali.

E’ l’alternativa a chi desidera prendersi cura di sè scegliendo tutto ciò che è naturale infatti tutti i componenti di un cosmetico eco-bio, come i tensioattivi, i conservanti, gli emulsionanti e i profumi, vengono ricavati da estratti vegetali o comunque da componenti non inquinanti o irritanti. La lista di ingredienti utilizzati per creare un determinato prodotto, si chiama Inci e si trova per legge sulla confezione del cosmetico.

Anche se non ci sono ancora normative ufficiali in ambito UE, possiamo riconoscere questi cosmetici attraverso la presenza di un logo di certificazione dell’ICEA (Istituto per la Certificazione Etica e Ambientale,i cosiddetti eco-bio-cosmetici), oppure del CCPB (Consorzio per il Controllo dei Prodotti Biologici, riconosciuto dal Ministero dell’Agricoltura).

Alcune regole certificate per la bio-cosmesi

  • I cosmetici biologici devono essere preparati con almeno il 95% di componenti naturali.
  • Il restante 5% può avere ingredienti sintetici, ma purchè appartengano ad una lista specifica.
  • Sull’etichetta ci deve essere la percentuale di ingredienti biologici contrassegnati da un asterisco.
  • La denominazione del prodotto deve essere necessariamente accompagnata dall’indicazione “biologico”.

Verifica l’INCI dei prodotti che usi abitualmente consultando il BIODIZIONARIO

Barbara Stella, truccatrice a Rimini, Cesena e provincia, offre consulenza e servizi trucco utilizzando prodotti eco bio.